Transadriatica: navigazione da Marina di Ravenna alla Croazia e ritorno

Una navigazione soprattutto notturna sul percorso Marina di Ravenna Croazia e ritorno

Le cosiddette Transadriatiche vengono organizzate dal Club, in primo luogo per consentire ai Soci di mettere in pratica quello che hanno appreso durante il corso per la patente nautica o semplicemente per conoscere il sapore di una vera navigazione, d’altura e notturna, con il radar e con qualsiasi tempo.

Non ci è mai successo, sinora, di dover annullare una Transadriatica per il cattivo tempo.

In secondo luogo per vedere le acque profondamente blu della Dalmazia e conoscere la vita serena delle isole della Croazia esterna, quella che non si raggiunge con l’auto, dove gli abitanti pescano e producono ciò che serve loro per vivere.

Generalmente si tratta di una navigazione notturna di 90 miglia per 90° da Ravenna a Lussino, pratiche doganali di entrata, ancoraggi, ormeggi nelle isole limitrofe, sbarchi in luoghi ameni. Poi pratiche doganali di uscita e ulteriore navigazione notturna di ritorno a Ravenna, altre 90 miglia per 270°. Sempre con uso accorto di gps e radar, con l’equipaggio attivo diviso per turni di guardia. Invece chi partecipa a solo scopo turistico può restare fuori dai turni di guardia notturni. 

UNA TRANSADRIATICA TIPO

GIOVEDÌ, Ore 21
Chi lo desidera può arrivare prima, nel pomeriggio per partecipare al rifornimento della cambusa. Occorre però essere a Marina di Ravenna all’ora di cena perché si salpa al più presto, in serata, per la Croazia.

Si naviga 90 miglia per 90° se la destinazione sarà Lussino. In funzione della situazione meteo, considerando le prestazioni della barca ed i giorni a disposizione in una Transadriatica, si potrà decidere di fare rotta per le Punte Bianche (Veli Rat) oppure ripiegare su Rovigno in caso di fortissimo scirocco.

VENERDÌ
Dovunque si sia deciso di approdare, tra Lussino e Rovigno, si navigherà verso un porto abilitato a fare pratica doganale, poi e ci si troverà un ormeggio in un luogo riparato su qualche isola vicina, con esclusione pressoché certa di un normale marina: a noi piacciono i porti veri e tradizionali.

SABATO
Navigheremo tra le isole limitrofe e sceglieremo i posti meno frequentati dal turismo terrestre, Unije, Sansego, Crivizza, San Pier dei Nembi, e soprattutto troveremo un ormeggio tranquillo in prossimità di una osteria di qualità

DOMENICA
Ci avvicineremo comunque a Lussino per sbrigare le pratiche doganali. La sera, dopo aver cenato, salperemo nuovamente per Marina di Ravenna

LUNEDÌ
Di solito si arriva entro mezzogiorno in porto, dopo la notte di navigazione. In modo che tutti possano tranquillamente rientrare a casa in giornata Naturalmente si cerca di fare questo tipo di navigazione in date che consentano di usufruire di un “ponte”, in modo da permettere a tutti di utilizzare al meglio le proprie ferie. 


CLICCA QUI PER VEDERE LA TRANSADRIATICA DI OGNISSANTI 2010


Calendario

Sono aperte le iscrizioni per i seguenti eventi: